LOGO_POR
22/04/21 – PROGETTO TEMART, EVENTO FINALE

Giovedì 22 aprile 2021 si è tenuto l’evento finale online del progetto “TEMART- Tecnologie e materiali per la manifattura artistica, i Beni

Culturali, l’arredo, il decoro architettonico e urbano e il design del futuro” al fine di provvedere alla disseminazione dei risultati perseguiti.

Programma

Ore 10:00 –  Saluti ed introduzione ai lavori, le RIR coinvolte

– Ing. Diego Basset, Presidente RIR M3 Net
– Dott. Sergio Calò, Presidente RIR Venetian Innovation Cluster for Cultural and Environmental Heritage
– Dott. Stefano Miotto, Direttore Confindustria Veneto Siav
– Ing. Alberto Sozza, Presidente RIR Luce in Veneto
– Dott. Terenzio Zanini, Presidente RIR EUTEKNOS

Ore 10:30 – I risultati del progetto, 9 casi studio (a cura dei referenti di ciascun gruppo di lavoro):

1. Vaso greco, pesi da telaio romano, rilievi bronzei
2. Arredi di ambienti nei settori navale e commerciale
3. Illuminazione intelligente, faro esterno illuminatore stradale, accessorio ad incasso
4. Crogiolo a freddo
5. Moduli in materiale lapideo
6. Termo cucina a legna e crogiolo a biomassa
7. Sistema di sollevamento tavolo
8. Sviluppo di biocementazione microbica/ malte cementizie antimicrobiche
9. Decision support system per la manifattura additiva

Ore 12:30 Conclusione dei lavori

Il progetto, finanziato dalla Regione Veneto all’interno del Bando POR FESR 2014-2020 Azione 1.1.4 – DGR 1139/2017, ha da poco ultimato la terza fase di realizzazione delle attività.

Sono coinvolti partner sia dal mondo industriale, che della ricerca, afferenti a 4 diverse RIR Regionali: M3 Net (capofila), Euteknos, Luce in Veneto e Venetian Cluster, per un importo di progetto complessivo di 4.987.000 euro.

Le aziende coinvolte sono: Arredambienti, Coop Services, Delka, Ecamricert, Ecor International, Engi, Enginsoft, Francescon, Kazan, Metal Finish, Mywood, Officina Dei Materiali, Orsan International, Pfactor, Pierresse, Prisma Tech, R&C Art, Studio 4, Var Connect ,Venetian Cluster.

I dipartimenti coinvolti sono:
Università degli Studi di Padova: Dipartimento di Beni Culturali e Dipartimento di Ingegneria Industriale Università degli Studi di Verona: Dipartimento di Informatica e Dipartimento di Biotecnologie
Università degli Studi di Venezia: Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica, Statistica e Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi
Iuav: Dipartimento di Progettazione e fabbricazione in ambienti complessi

Tutti i partner sono stati impegnati, a seconda delle proprie competenze, nell’approfondimento dei casi industriali individuati all’inizio del progetto, attraverso studi, prove, test e realizzazione di prototipi.

Nove i macro casi individuati, molti ulteriormente suddivisi al loro interno in ulteriori “sottocasi”, come di seguito riportato:

Vaso greco, pesi da telaio romano, rilievi bronzei
Arredi di ambienti nei settori navale e commerciale
Illuminazione intelligente, faro esterno illuminatore stradale e accessorio ad incasso
Crogiolo a freddo
Moduli in materiale lapideo
Termo cucina a legna e crogiolo a biomassa
Sistema di sollevamento tavolo
Sviluppo della biocementazione microbica e di malte cementizie con proprietà antimicrobiche
Decision support system

All’interno del sito web www.m3net.eu saranno pubblicati i risultati ottenuti.

La quarta e ultima fase del progetto vedrà la finalizzazione dei risultati ottenuti dai vari gruppi di lavoro ed il lancio del sistema a supporto delle decisioni, un sistema automatizzato multi criteria decision making, in grado di aiutare le aziende ad individuare quali siano le migliori tecnologie, in particolare di additive manufacturing, a disposizione per la produzione dei propri prodotti, comparandone anche i costi.

Condividi